RAPALLO - "1549: DRAGUT E IL SACCO DI RAPALLO" Conferenza di Emilio Carta ed Enzo Marciante

"1549: DRAGUT E IL SACCO DI RAPALLO"
Conferenza di Emilio Carta ed Enzo Marciante

Evento del 08-08-2014
ore 21.15
Oratorio dei Neri


alt

COMUNICATO STAMPA

Dragut assalta Rapallo: la rievocazione ai “Neri”

Venerdì 8 agosto alle ore 21 all’Oratorio dei Neri, Emilio Carta ed Enzo Marciante racconteranno la vita del pirata e il “sacco” di Rapallo avvenuto all’alba del 4 luglio 1549. Moderatore dell'incontro sarà il comandante Carlo Gatti

"Beato quel popolo che non ha bisogno di eroi" ammoniva Bertold Brecht.
Anche Rapallo ha un suo cinquecentesco eroe, tal Bartolomeo Maggiocco di modeste origini ma dal grande cuore, che salvò la sua bella dal pirata moro che la voleva rapire. Una storia vera o solo il desiderio popolare di lenire una ferita troppo cocente dopo che Dragut trascinò via con sé un centinaio di rapallini, tra uomini e donne, da legare ai remi o da destinare al mercato degli schiavi di Algeri a fronte di un ricco riscatto?
Grazie ad un'attenta ricerca del giornalista Emilio Carta e del cartoonist Enzo Marciante venerdì 8 agosto, alle ore 21,15 nel giardino pensile dell'Oratorio di via Magenta, si parlerà dell'avventurosa e rocambolesca vita del pirata barbaresco Dragut con la ricostruzione del sacco di Rapallo avvenuto all'alba del 4 luglio 1549.
Enzo Marciante, noto disegnatore e soggettista genovese ricorda: "Assieme a Emilio Carta verrà riproposta l'incredibile vita del pirata saraceno Dragut, che in quegli anni mise a ferro e fuoco l'intero Mediterraneo sino all'attacco culminato, all'alba del 4 luglio 1549, nel saccheggio del borgo che provocò morte e distruzione e anche molte polemiche, le prime ma non certo le ultime, fra rapallesi e sammargheritesi".
Come è noto il feroce corsaro barbaresco all'alba del 4 luglio 1549, favorito dalle tenebre, a bordo di ventuno feluche, con i suoi predoni, sbarcò sul litorale rapallese in tre punti diversi. "Presero terra alle Nagge, alla Marina delle barche (davanti al chiosco della musica) e in prossimità della Porta delle Saline - prosegue Enzo Marciante - Assieme a Emilio Carta attraverso vari documenti abbiamo ricostruito quei momenti di terrore ma anche quanto fossero deboli le misure di difesa costiera pur sollecitate da Andrea Doria e le voci relative alla presenza di alcuni rinnegati".
L'evento promosso dall'associazione Caroggio Drito e patrocinata dal Comune di Rapallo, si avvarrà della presenza del “Gruppo Storico Rapallo 1608” con i Gilda Musicorum mentre la Taverna Gallo Nero e Mondo Pane offriranno al pubblico i prodotti della propria cambusa col vino da galéa di Dragut, focaccia e pizza.
"Vanno inoltre ringraziati, enti ed associazioni che hanno reso possibile l'iniziativa - conclude Emilio Carta - in primis il Comune di Rapallo che ha concesso il patrocinio e quindi la Confraternita Mortis et Orationis (Oratorio dei Neri), il Lions Club Rapallo, il periodico rapallese Il Mare e Mare Nostrum Rapallo da sempre sensibili ad eventi profondamente connessi con la realtà territoriale e alle nostre radici storico-culturali".